p.g.t.

Terza Variante Piano delle Regole e Seconda Piano dei Servizi

Avvio del procedimento di variante al Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) relativa alla terza variante al Piano delle Regole ed alla seconda variante al Piano dei Servizi unitamente alla verifica di assoggettabilita' alla VAS ai sensi della L.R. 12/2005 e s.m.i.

Con d.G. C. n. 33/2017, si è provveduto ad avviare la procedura di terza Variante al Piano delle Regole e seconda al Piano dei Servizi del vigente Piano di Governo del Territorio, unitamente alla verifica di assoggettabilità alla VAS ai sensi dell'art. 4 della L.R. 12/05.

Incarico redazione terza variante al piano delle regole e seconda al piano dei servizi del vigente PGT.

P.A. denominato "Via Venezia 2" in variante al Piano delle Regole.

Avvio del procedimento relativo a Piano Attuativo denominato "Via Venezia n. 2" in variante al Piano delle Regole unitamente alla verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale (VAS), ai sensi della L.R. 12/2005 e s.m.i.;

Con d.G. C. n. 175/2014, si è provveduto ad avviare il procedimento relativo alla formazione di Piano Attuativo in variante al  Piano delle Regole del vigente P.G.T. denominato “Via Venezia n. 2”, unitamente alla verifica di assoggettabilità alla VAS ai sensi dell'art. 4 della L.R. 12/05, in relazione al seguente tema:

Piano Attuativo denominato "Comparto Tesa" in variante al PGT

 

Avvio del procedimento relativo a Piano Attuativo denominatoComparto Tesa in variante al P.G.T. unitamente alla verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale (VAS), ai sensi della L.R. 12/2005 e s.m.i.;

Con d.G. C. n. 119/2014, si è provveduto ad avviare il procedimento relativo alla formazione di Piano Attuativo in variante al P.G.T. vigente denominato “Comparto Tesa”, unitamente alla verifica di assoggettabilità alla VAS ai sensi dell'art. 4 della L.R. 12/05, finalizzato al trasferimento di volumetria, in parte con cambio di destinazione d’uso da terziaria a residenziale, cessione al Comune di un’area e incremento volumetrico.

 

Avviso di deposito del Rapporto Preliminare

Seconda Variante al Piano delle Regole

Avvio del procedimento di variante al Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) relativa al Piano delle Regole ed al Piano dei Servizi approvato unitamente alla verifica di assoggettabilita' alla VAS ai sensi della L.R. 1212005 e s.m.i.

Con d.G. C. n. 111/2014, si è provveduto ad avviare la procedura di Seconda Variante al Piano delle Regole del vigente Piano di Governo del Territorio, unitamente alla verifica di assoggettabilità alla VAS ai sensi dell'art. 4 della L.R. 12/05.

Avviso di deposito del Rapporto Preliminare

AVVISO DI ADOZIONE DELLA 1° VARIANTE AL PIANO DEI SERVIZI E AL PIANO DELLE REGOLE DEL VIGENTE P.G.T

Con Delibera di Consiglio Comunale n. 50 del 28/11/13 è stata adottata la Prima Variante al Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) relativa al Piano dei Servizi (P.d.S.) ed al Piano delle Regole (P.d.R.) vigenti.

Si veda l’allegato AVVISO DI ADOZIONE - clicca di seguito per visualizzare - /drupal/sites/default/files/Avviso%20Adozione_1.pdf - per la modalità di consultazione degli atti e per la presentazione di eventuali osservazioni.

Si avvisa che, a decorrere dalla data di adozione degli atti della Prima Variante al P.G.T. e fino alla pubblicazione dell'avviso della loro approvazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia verranno applicate le misure di salvaguardia, ai sensi dell'art. 13, comma 12, della L.R. n. 12/2005.

Prima variante Piano dei Servizi e Piano Regole del vigente P.G.T.

29/08/2012

Avvio del procedimento di variante al Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) relativa al Piano delle Regole ed al Piano dei Servizi approvato unitamente alla verifica di assoggettabilita' alla VAS ai sensi della L.R. 1212005 e s.m.i.

Con d.G. C. n. 85/2012, si è provveduto ad avviare la procedura di Variante al Piano delle Regole ed al Piano dei Servizi del vigente Piano di Governo del Territorio, unitamente alla verifica di assoggettabilità alla VAS ai sensi dell'art. 4 della L.R. 12/05.

Avviso di deposito del Rapporto Preliminare

AVVISO APPROVAZIONE P.G.T.

AVVISO DI APPROVAZIONE DEFINITIVA E DEPOSITO DEGLI ATTI COSTITUENTI ILPIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

ai sensi della L.R. 12/2005

IL RESPONSABILE DELL’UFFICIO DI PIANO,

ai sensi e per gli effetti dell’art. 13, comma 11 della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m. e i.

AVVISA

-   che con d.C.C. n. 44 del  23 settembre 2011 è stato definitivamente approvato il Piano di Governo del Territorio (PGT) del Comune di Bovezzo;

-   che gli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio, la Valutazione Ambientale Strategica e la Componente Geologica, Idrogeologica e Sismica sono depositati presso la Segreteria comunale per consentire la libera visione a chiunque ne abbia interesse;

Avviso di adozione e deposito degli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio.

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13, comma 4, della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i., si avvisa che, con d.C.C. n. 23 del 31 marzo 2011, esecutiva ai sensi di legge, è stato adottato il Piano di Governo del Territorio.

Gli atti costituenti il P.G.T., sono depositati per 30 gg. consecutivi, dal 04 maggio 2011, presso l’Ufficio Tecnico Comunale, affinchè chiunque abbia interesse possa prenderne visione, nonché presentare even­tuali osservazioni (modulo allegato) nei 30 gg. successivi alla scadenza del termine per il deposito. Si avvisa inoltre che dalla data del 04 maggio 2011, si applicheranno le misure di salvaguardia previste dalla L.R. 12/2005 , le quali prevedono l’applicabilità della norma più restrittiva tra quella previgente e quella adottata. In allegato l'avviso di adozione integrale.

Norme Tecniche Attuative

Le prescrizioni del P.G.T. (norme tecniche di attuazione e tavole grafiche) si applicano su tutto il territorio comunale a qualsiasi intervento che comporti trasformazione urbanistica ed edilizia del soprassuolo e/o nel sottosuolo. Le presenti norme di carattere generale si applicano per interventi e previsioni ricadenti nell’ambito di competenza del Documento di Piano, del Piano dei Servizi e del Piano delle Regole, nonché dei singoli piani attuativi.

Nelle aree in cui è consentita l'attività edilizia, le prescrizioni inerenti l’area interessata dal progetto debbono essere osservate sia nella stesura dei piani attuativi o permessi di costruire convenzionati, sia nella redazione di singoli progetti edilizi.

Condividi contenuti