I.M.U. Imposta Municipale Propria – Anno 2020

I.M.U. Imposta Municipale Propria – Anno 2020
SCADENZA VERSAMENTO ANNO 2020
- acconto: entro il 16 GIUGNO 2020. 
- saldo: entro il 16 DICEMBRE 2020. 
- unica soluzione: entro il 16 GIUGNO 2020. 
 
ALIQUOTE 
 
Il decreto legge “Rilancio Italia” approvato il 13 maggio 2020, ha differito al 31 luglio 2020 il termine per l’approvazione del Regolamento e delle aliquote IMU 2020. 
Pertanto, ai sensi delle vigenti disposizioni, l’acconto o l’unica soluzione  devono essere calcolati utilizzando le aliquote e detrazioni in vigore nell’anno 2019, come segue: 
Abitazione Principale e Pertinenze: 0,55%  (solo per cat. A/1 – A/8 – A/9) – Detrazione: € 200,00
Immobili concessi in Comodato gratuito: 0,55% 
Altri Immobili: 1,00%
riduzione al 75 per cento dell’imposta relativa agli Immobili locati a canone concordato
ulteriore riduzione base imponibile per immobili concessi in comodato gratuito (art. 8 bis regolamento IUC)
 
Eventuali conguagli dovuti a seguito dell’approvazione delle aliquote IMU per l’anno 2020 dovranno esser regolarizzati entro la scadenza prevista per il saldo.
 
Per l'anno 2020 non sono ancora state deliberate le aliquote nè deliberato il regolamento. 
Quando deliberati, questa sezione verrà aggiornata. 
Per l'acconto si prega di prendere visione di quanto segue.
 
SCADENZA VERSAMENTO ANNO 2020
  • acconto: entro il 16 GIUGNO 2020
  • saldo: entro il 16 DICEMBRE 2020
  • unica soluzione: entro il 16 GIUGNO 2020

 

ALIQUOTE 
 
Il decreto legge “Rilancio Italia” approvato il 13 maggio 2020, ha differito al 31 luglio 2020 il termine per l’approvazione del Regolamento e delle aliquote IMU 2020. 
Pertanto, ai sensi delle vigenti disposizioni, l’acconto o l’unica soluzione devono essere calcolati utilizzando le aliquote e detrazioni in vigore nell’anno 2019, come segue: 
  • Abitazione Principale e Pertinenze: 0,55%  (solo per cat. A/1 – A/8 – A/9) – Detrazione: € 200,00
  • Immobili concessi in Comodato gratuito: 0,55% 
  • Altri Immobili: 1,00%
  • riduzione al 75 per cento dell’imposta relativa agli Immobili locati a canone concordato
  • ulteriore riduzione base imponibile per immobili concessi in comodato gratuito (art. 8 bis regolamento IUC)
Eventuali conguagli dovuti a seguito dell’approvazione delle aliquote IMU per l’anno 2020 dovranno esser regolarizzati entro la scadenza prevista per il saldo.
 

NOVITA’ dall'anno 2016

Immobili locati a canone concordato

Per tutti gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l’IMU determinata applicando l’aliquota stabilita dal Comune, è ridotta al 75 per cento.

 

Ulteriori agevolazioni per Comodati Gratuiti introdotte dalla legge di stabilità 2016

E prevista la riduzione del 50 per cento della base imponibile per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figlio) che le utilizzano come abitazione principale.

Il beneficio spetta a condizione che:

  • il contratto di comodato sia registrato;
  • il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.  

Il beneficio spetta altresì anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nelle stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle abitazioni classificate nelle categorie A/1-A/8 e A/9. Il soggetto passivo attesta i suddetti requisiti con la presentazione della dichiarazione IMU, così come previsto dall’articolo 9 comma 6 del D.Lgs. 14 marzo 2011 n.23.

COME SI EFFETTUA IL VERSAMENTO

I versamenti possono essere eseguiti presso tutti gli sportelli bancari e postali, ovvero on-line sul sito internet all’indirizzo: www.agenziaentrate.gov.it, utilizzando il modello F24 disponibile presso le banche, Poste Italiane Spa e agenti della riscossione e in formato elettronico sul medesimo sito. Nel predetto modello deve essere compilata la sezione “IMU ed altri tributi locali”, con l’indicazione dei codici tributo sotto indicati e del codice Comune B102 per i versamenti da effettuare al Comune di Bovezzo.

Gli importi dei versamenti sono arrotondati all’euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.

 

VERSAMENTO MINIMO

Il versamento non va effettuato se l’imposta dovuta per tutto l’anno, arrotondata secondo il precedente criterio, è inferiore a € 5,00.

CODICI TRIBUTO

IMU

 

TARI

Abitazione principale e relative pertinenze

(solo cat. A/1 a/8 a/9)

3912

 

 

Tutti gli immobili

3944

Fabbricati rurali ad uso strumentale diversi da quelli classificati nel gruppo D

3913

 

 

Interessi

3945

Terreni agricoli

3914

 

 

Sanzioni

3946

Aree fabbricabili

3916

 

 

 

 

Altri fabbricati

3918

 

 

 

 

Immobili ad uso produttivo gruppo d – incremento comune (0,24%)

3930

 

 

 

 

Immobili ad uso produttivo gruppo d compresi i fabbricati rurali ad uso strumentale stato (0,76%)

3925

 

 

 

 

Interessi

3923

 

 

 

 

Sanzioni

3924

 

 

 

 

QUANDO E COME SI EFFETTUA LA DICHIARAZIONE

La dichiarazione va presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta dovuta. I modelli sono posti a disposizione dall’Ufficio tributi comunale e reperibili sul sito Internet del Ministero dell'economia e delle finanze www.finanze.gov.it in versione PDF editabile e possono essere utilizzati, purché vengano rispettate in fase di stampa le caratteristiche tecniche stabilite dal citato decreto. Sono inoltre disponibili in allegato in fondo a questa pagina.

LA TASSA SUI RIFIUTI.

clicca per accedere alla pagina dedicata

AllegatoDimensione
istanza_rimborso_con_privacy_.pdf676.15 KB